Fenomeno chatbot: cosa sono e perché sono il trend del momento

L’avvento di Internet ha rivoluzionato la nostra aspettativa di risposta immediata, grazie ai motori di ricerca che ci forniscono istantaneamente una vasta quantità di informazioni. Le chat nelle relazioni interpersonali riflettono questa stessa esigenza di immediatezza.

Questa tendenza ha contribuito a rendere popolari i chatbot, che sfruttano l’intelligenza artificiale per dialogare con gli utenti e fornire risposte mirate.

La tecnologia dei Chatbot

I chatbot sono software progettati per simulare conversazioni umane. Il termine “chatbot” deriva da “chatterbot”, coniato nel 1994 da Michael Mauldin per descrivere i programmi di conversazione.

Alcuni chatbot analizzano parole chiave per generare risposte, simili ai motori di ricerca, mentre altri utilizzano avanzate tecniche di analisi del linguaggio naturale (NLP) per emulare comportamenti umani.

Per le aziende che gestiscono interazioni dirette con gli utenti, l’implementazione di chatbot può migliorare l’esperienza del cliente e ridurre i costi operativi. Interazioni insoddisfacenti possono influenzare negativamente le decisioni dei consumatori. Pertanto, investire in soluzioni di chatbot può essere cruciale per mantenere la competitività.

Accessibilità e crescita del mercato

La creazione di chatbot di base non richiede investimenti eccessivi. Esistono piattaforme open source che consentono alle piccole aziende di implementare facilmente servizi di chatbot.

Inoltre, il mercato dei chatbot è in crescita esponenziale, con aziende come Facebook, Microsoft, WeChat, IBM e Next It che giocano un ruolo significativo.

Le previsioni indicano una crescita continua del settore, con un giro d’affari stimato a oltre 6 miliardi di dollari.

Perché le aziende hanno bisogno dei chatbot

Le aziende trovano vantaggioso utilizzare i chatbot per diversi motivi, e di seguito sono elencati alcuni di essi:

  1. Miglioramento del servizio clienti: I chatbot eliminano l’attesa delle risposte degli operatori umani. A differenza dei tradizionali call center, un chatbot è sempre disponibile, 24 ore su 24, 7 giorni su 7;
  2. Comunicazioni personalizzate: Un chatbot fornisce risposte specifiche alle domande dei clienti anziché presentare lunghe liste di informazioni. Ottimizza le interazioni tra le persone e i servizi, migliorando l’esperienza complessiva del cliente. Maggiore attenzione riceve un cliente, maggiore è la probabilità che desideri acquistare qualcosa;
  3. Aumento del tasso di risposte: Circa il 90% delle domande inviate alle pagine Facebook delle aziende rimane senza risposta. Un chatbot può rispondere al 100% dei messaggi, convertendo così più visitatori in acquirenti;
  4. Automatizzazione delle azioni ripetitive: La maggior parte delle domande dei clienti sono ripetitive, come gli orari di apertura, la posizione dell’attività o le informazioni sui servizi offerti. Utilizzando un chatbot, è possibile evitare di rispondere manualmente a ciascuna di queste domande, riducendo il carico di lavoro per i dipendenti.

Leggi anche: Quanto investire nel digital marketing? Guida per start up e aziende

Leggi anche...
I più recenti
Mediaplus Italia introduce innovative soluzioni cookieless allo IAB Interact 2024
Novità su Instagram: l’algoritmo darà più visibilità ai creator emergenti
Google Trends, perché è importante e come utilizzarlo nelle campagne di marketing digitale
Partnership DigitalMakers e Disclosers per le attività PR e media relations

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito marketing.