Lo “Stato della Ricerca 2023” di Semrush: suggerimenti per marketer e proprietari di PMI per migliorare la visibilità

Anche quest’anno Semrush pubblica il suo studio annuale sullo “Stato della Ricerca 2023″.

Il report offre uno sguardo approfondito sull’attuale panorama della ricerca, oltre ad alcune lezioni chiave su quanto accaduto nel 2022, che i marketer possono sfruttare per migliorare le loro strategie di marketing nel 2023 e oltre.

Ecco alcuni dei dati più interessanti emersi dalla ricerca:

  1. Il traffico web ha continuato a diminuire man mano che uscivamo dalla pandemia: all’inizio del 2022, il traffico di ricerca ha contribuito al 16% del traffico complessivo dei siti web, rispetto allo stesso periodo del 2021 quando il traffico di ricerca rappresentava il 21%.
  2. Le SERP di Google stanno diventando sempre più visuali per velocizzare la navigazione: sui desktop abbiamo assistito a un forte aumento (42%) della comparsa di immagini e caroselli nei risultati organici, mentre su mobile si è registrato un importante incremento dei video, con i “Prodotti popolari” che rappresentano il 25% delle ricerche.
  3. L’introduzione da parte di Google di SERP più commerciali ha cambiato l’intento di ricerca: con l’introduzione da parte di Google di SERP più orientate all’acquisto, la prominenza delle parole chiave commerciali e transazionali è aumentata: le prime sono apparse lo 0,7% in più e le seconde il 4,7% in più nel 2022.

Lo Stato della Ricerca 2023: metodologia

Abbiamo analizzato le tendenze del traffico totale nel 2022 dei primi 50.000 domini negli Stati Uniti secondo lo strumento Semrush .Trends. In media, questi siti web ricevono circa 140 miliardi di visite al mese.

I dati più significativi della ricerca:

  • I livelli di traffico sono crollati da marzo a giugno 2022… ma si sono ripresi a fine anno.
  • L’andamento del traffico di ricerca dei domini analizzati ha seguito uno schema analogo e ha rappresentato circa il 18% del traffico totale dell’anno.

Lo “Stato della Ricerca 2023” in pillole: 5 informazioni rapide sulla ricerca che forse ti sono sfuggite

1. I settori in più rapida crescita sono: elettronica, food, media e bellezza. Se fai parte di questi mercati, la SEO è il tuo canale di crescita.

2. I settori in calo sono: moda, viaggi, servizi e vendita al dettaglio. La competizione sul traffico diventerà sempre più serrata, quindi o esplori altri canali o aumenti il tuo livello di SEO. Meglio se entrambe le cose.

3. Il 29% degli utenti passa da una parola chiave all’altra prima di fare clic su un risultato. Devi ampliare le tue liste di parole chiave.

4. Il CTR medio dei dispositivi mobili sta superando quello dei desktop. Se non crei già i tuoi contenuti con un approccio “mobile-first”, è ora di farlo.

5. Il 18% del traffico nel 2022 proviene dalla ricerca. Usalo come punto di riferimento per confrontare i tuoi progressi rispetto alla media.

Trovi altri dati interessanti nel report sullo “Stato della Ricerca 2023” di Semrush: https://it.semrush.com/blog/stato-della-ricerca-2023/

Categorie leader nella ricerca

Come si è comportata la ricerca in settori specifici lo scorso anno? Diamo un’occhiata:

  • Il 2022 è stato un anno importante per Elettronica e Media.
  • Moda e abbigliamento sono precipitati a partire da luglio 2022.
  • Ristoranti, Food Delivery e Bellezza & Cosmetica hanno registrato una crescita rispetto all’anno precedente.
  • Formazione online, Viaggi, Assistenza & Tecnologia hanno registrato un leggero calo rispetto alle ricerche del 2021.

Lo Stato delle Immagini

Passando ai media visivi, le grandi aziende tecnologiche sembrano orientarsi verso un maggiore utilizzo di immagini, soprattutto video, e la tendenza sta prendendo piede. Ecco cosa abbiamo rilevato:

  • La ricerca su Google sta diventando sempre più visiva, con le immagini che occupano il primo posto nelle SERP.
  • Le immagini hanno registrato un aumento del 42% nelle ricerche su desktop.
  • Anche i caroselli di immagini e i video hanno registrato un forte aumento.

Lezione per i marketer: Aumentate gli investimenti in immagini, foto, meme, video.

Stato del Mobile

Dato che l’elettronica ha avuto un buon anno per quanto riguarda le ricerche, non dovrebbe sorprendere che il 2022 sia stato anche un anno di crescita per le ricerche su dispositivi mobili. Il nostro report ha rilevato che:

  • C’è stata una crescita maggiore per le ricerche di video rispetto a quelle di immagini.
  • Le ricerche dei “Prodotti popolari” hanno registrato un aumento del 17% rispetto all’anno scorso.
  • Le ricerche di “Prodotti popolari” rappresentano ora il 25% di tutte le ricerche effettuate su dispositivi mobili.

Lezione per i marketer: Google sta aggiornando l’algoritmo della Funzionalità della SERP per incrementare il commercio e la ricerca organica su mobile. Potenziate le vostre pagine di prodotto con parole chiave forti per raggiungere i tuoi utenti mobili.

Sei interessato a consultare lo studio completo, con tutte le infografiche? Trovi tutto sul nostro blog: https://it.semrush.com/blog/stato-della-ricerca-2023/.

Se hai domande specifiche o vuoi approfondire i risultati, sarò lieto di metterti in contatto con Valentina Pacitti, Responsabile delle comunicazioni aziendali di Semrush Italia.

Noi di Semrush abbiamo la missione di guidare i marketer e i proprietari di piccole e medie aziende nel panorama in continua evoluzione della ricerca online, in modo che possano dedicarsi alla crescita del loro business.

Abbiamo sfruttato tutti i nostri strumenti e report per elaborare lo “Stato della Ricerca 2023”, un set di dati che include analisi dei domini e del traffico, il database di Sensor di Semrush e molto altro ancora per individuare le principali tendenze del 2022 sulla base dei fatti.

Come vedrai, le tendenze di ricerca hanno seguito gli eventi globali. Ci sono stati picchi prevedibili a marzo in seguito all’invasione russa dell’Ucraina e cali correlati all’aumento dei prezzi e ai licenziamenti delle big tech nella seconda metà del 2022. Grazie a questo report potrai migliorare la tua strategia di marketing nel 2023 e oltre!” – Valentina Pacitti, Responsabile delle comunicazioni aziendali di Semrush Italia.

Leggi anche...
Le Fonti TV – Marketing
I più recenti
Follower falsi o inattivi: cosa sono e perché potrebbero essere un altro problema per Chiara Ferragni
L’Italia segue la Gran Bretagna e vieta l’uso dei cellulari nelle scuole elementari e medie
La Gran Bretagna vieta gli smartphone nelle scuole
Rivelata la mancanza di trasparenza tra gli influencer europei: solo il 20% dichiara apertamente la pubblicità

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito marketing.